Cronaca

36 Comments

  1. 13

    Mauro Firreri

    Bell’articolo, tesi presentata a “blu notte” con risconrri oggettivi. Naturalmente rimangono molti punti oscuri, ma in linea di massima credo che chi ci ha lavorato abbia un’idea precisa di ciò che ruota intorno quella vicenda

    Reply
  2. 14

    Gino Baldinu

    i colori nero o rosso abbagliano gli italiani ,che credono solo al loro colore di nascita..

    Reply
  3. 15

    Patrizia Lai

    Certo…come no!!! ???? giusto per accusare qualcuno..

    Reply
    1. 15.1

      Ad Maiora Media

      Immaginando che sia documentata sul tema, potresti spiegare quali sono le accuse poco credibili…

      Reply
  4. 16

    Antonello Sanna

    …vero, venne lanciata dagli asini volanti, specie endemica che affolla il nostro Paese ( a volte non volano nemmeno ma scrivono)!

    Reply
    1. 16.1

      Ad Maiora Media

      A proposito di asini… con la certezza che avrai argomenti dettati da approfondimenti sul tema, potresti spiegare la tua tesi …

      Reply
    2. 16.2

      Antonello Sanna

      …scrivono ancora e senza vergognarsene a volte, poi se hai bisogno di tesi, leggiti il manuale delle giovani marmotte, li c’è tutto quello che ti interessa, ma non divulgarlo, tienilo per te…. è un segreto di stato anche quello!!!

      Reply
    3. 16.3

      Ad Maiora Media

      Al cospetto di cotanta preparazione accademica, non si può che arrendersi. Saluti al Gran Mogol…

      Reply
    4. 16.4

      Antonello Sanna

      sarà fatto, non appena si libererà di curiosoni che …

      Reply
  5. 17

    Gian Paolo Cucca

    Chiedi ai governanti del perido,,,,ne sarda, ne nera,,,ma crociata e falce martello che andavano a braccetto,,,,si chiama ,,,destabilizzare,,far credere ciò che non è ,,,e spostare consensi,,,,,svegliaaaa

    Reply
  6. 18

    Rita Ruggiu

    “…si escluse subito la posta rossa perché solo i neri (o gli anarchici), per la vulgata politicamente corretta, erano bombaroli. ” Questa è un’opinione o è suffragata dai fatti?

    Reply
    1. 18.1

      Ad Maiora Media

      Evidentemente, è un’opinione del giornalista Sadar, suffragata dai fatti che anche nell’intervista sono citati e che sono stati approfonditi in altri articoli su admaioramedia.it.

      Reply
  7. 19

    Rossana Fais

    Oggettivamente non è stato facilissimo leggere l’articolo perché il testo si presentava senza spazi. L’ argomento si riprende la ribalta dopo l’uscita del libro che parla del “cadavere” (?) mai ritrovato della ragazza sarda (che leggero’). Per me il caso sarebbe ancora aperto con indagini volte a capire perché alcuni indizi siano stati liquidati con grande leggerezza . Forse la prossima generazione avrà un resoconto diverso di questa vicenda (non necessariamente con il coinvolgimento del prof)

    Reply
  8. 20

    Alberto Corriga

    È sempre la solita storia ” banda di sardi assalta furgone portavalori ” poi leggi l’articolo e scopri che c’era un tipo con un cognome sardo e che non sa neanche che profumo ha la Sardegna e il resto della banda è composta da toscani , umbri , campani , veneti e lombardi …. però è più figo chiamarla ” banda di sardi ” !!!

    Reply
  9. 21

    Pasquale Merlini

    Ma mi faccia il piacere…..

    Reply
    1. 21.1

      Ad Maiora Media

      Immaginando che sia documentato sul tema, potresti fare il piacere ai lettori di spiegare qual è la tua tesi…?

      Reply
  10. 22

    Marco Inconis

    Che cazzate sparano ? , prima le BR , poi i fasci , poi banda della magliana con la destra , ora i sardi ? …. fra’ un po’ sparano fuori che sono stati l’isis

    Reply

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

© Testata giornalistica registrata: Tribunale di Cagliari 43/1998. Editore Ad Maiora Media. Partita Iva: 03591220920. Webdev Antonio Palumbo