3 Comments

  1. 1

    Romano

    Se gente come Cecilia Strada pensasse di più agli scopi di Emergency, invece che a fare politica o a partecipare alle manifestazioni dei gay pride, forse sarebbe molto più utile alla loro causa. Insieme a suo padre sono in giro a voler insegnare come governare, mentre impiegherebbero meglio il loro tempo ed i denari che raccolgono a suo nome, per dedicarsi di più ad aiutare chi veramente ha bisogno. 

    Sicuramente ha ragione nel dire che creare posti di lavoro negli impieghi civili, anzichè nell'indotto delle basi, sia meglio e più redditizio, in quanto a tal proposito è un'esperta di prima classe, dato che lei e molti che collaborano con lei, hanno stipendi sicuri. Sarebbe però lecito chiedere se comunicassero i bilanci dell'associazione e, tolti gli stipendi e le spese di trasferte ed altro, quanto rimane effettivamente per le spese vive.

    Una domanda: perchè Medici senza frontiere non si comportano come fanno loro, senza interferire in altri campi che non siano quelli del vero aiuto ai malati?

Comments are closed.

© Testata giornalistica registrata: Tribunale di Cagliari 43/1998. Editore Ad Maiora Media. Partita Iva: 03591220920. Realizzato da Up Web