25 Comments

  1. 2
    Vanni Frisciata

    Vanni Frisciata

    A cosa serve spendere soldi dei cittadini per promuovere un processo di integrazione per dei clandestini che sono in attesa di essere rimpatriati??

    Reply
    1. 2.1
      Carlo Deiana

      Carlo Deiana

      Loro non hanno nessuna intenzione di rimpatriarli, lo faremo noi quando le cose cambieranno. È solo questione di tempo, nulla è per sempre.

      Reply
  2. 7
    Stefano Ciampani
    1. 7.1
      Sara Puddu

      Sara Puddu

      Sono tutti di sx!!!!!!

      Reply
  3. 8
    Marcello Murgia

    Marcello Murgia

    Portali a casa tua prefetto!!!!

    Reply
  4. 9
    Pina Tocco

    Pina Tocco

    Se li porti tutti a casa sua.

    Reply
  5. 10
    Marina Usai

    Marina Usai

    Se li porti a casa sua…

    Reply
  6. 11
    Marcello Corda

    Marcello Corda

    il fatto e questo ,questi clandestini ,vengono portati nei centri di accoglienza e poi cara Prefetta li lasciate cosi allo sbando senza nessun controllo ,fanno tutto quello che vogliono violentano ,rubano pestano gli anziani .Per questo e ora di finirla noi non li vogliamo e basta puoi bacchettare tutto quello che vuoi ,e visto che dovresti conoscere la legge ,la devi mettere in funzione rimpatrio non ce ne stanno più ,va ha finire che ci dobbiamo compromettere noi per colpa vostra e credo che non passerà molto tempo ,dopo tutto quello che si sta verificando con questi clandestini ,mandateli indietro non ci fanno niente ,la Sardegna deve essere libera non un campo di concentramento come sta succedendo : E non deve dire che la sindaca sta dando informazioni non giuste perché lo vede anche un cieco cosa sta succedendo .

    Reply
  7. 12
    Angelo Sanna

    Angelo Sanna

    Fuori i morì dalla Sardegna

    Reply
  8. 13
    Steffy Zoe Paludo

    Steffy Zoe Paludo

    Sì bacchettasse le mani visto che ormai sono in sovrannumero

    Reply
  9. 15
    Tiziana Murru

    Tiziana Murru

    La prefetta dovrebbe tacere, abbiamo una situazione di crisi e miseria in Sardegna e lei si preoccupa dei clandestini. Vergogna

    Reply
  10. 16
    Carla Lai

    Carla Lai

    Vergognoso
    Tutto questo grazie a chi ci governa
    Scusate non ci governa
    Prende ordini da Renzi e ha svenduto la sua terra

    Reply
  11. 17
    Walter Ximenes

    Walter Ximenes

    Ma un Sindaco, eletto democraticamente dal Suo Popolo, deve subire un ingiusto diktat da un funzionario imposto da Roma ???
    Populu Sardu insorgi…

    Reply
  12. 18
    Marcella Sainas

    Marcella Sainas

    La prefetta li ospiti a casa sua.
    I sindaci non sono obbligati ad accogliere chi sta meglio dei Sardi.

    Reply
  13. 19
    Antonino Cambarau

    Antonino Cambarau

    Sindaci ma mandatela dietro la lavagna o meglio fuori dall’aula

    Reply
  14. 21

    Angelo P.

    Articolo ben scritto…chiaro nell’indicare i singoli ruoli. Se ho capito bene:

    1. gli amministratori locali hanno delle responsabilità derivanti dal loro ruolo di rappresentanza, nonchè da Ufficiali di governo, ruolo che esercitano benissimo, evidenziando, in primis, i problemi che questo straordinario afflusso di migranti sta creando nel nostro territorio.
    2. i cittadini manifestano, esprimendo, così come previsto dalla nostra democrazia, le proprie opinioni.
    3. il Prefetto, quale rappresentante del Governo, espleta le sue funzioni di coordinamento sul territorio.

    Tenendo conto di ciò, i migranti continueranno ad arrivare nella nostra terra, come su tutto il territorio nazionale. Quindi, al di là di identificare vittime o carnefici, credo sia opportuno trovare una scelta condivisa per gestire al meglio questo flusso migratorio e non puntare il dito contro nessun maestro che in realtà, come tutti, sta facendo semplicemente, il proprio lavoro cercando di trovare una soluzione per non restare fermi a metà del guado.

    Reply
  15. 22

    Pierfrancesco G.

    L’immigrazione è sempre un tema così facile da aggredire con la solita dialettica populista.
    Quindi ecco i poveri amministratori locali, legalmente eletti, lottare contro questo stato maresciallo e le sue pretese; ma di cosa stiamo parlando?
    Nessuno vuole affrontare la questione immigrazione, ma la questione immigrazione non la si può raschiare via con l’invettiva; forse non è chiaro, ma un compromesso DEVE essere raggiunto, una soluzione DEVE essere trovata… perché questa “questione” non vuole un referendum e 5 passaggi dalle camere, questa “questione” sta per invadere porti stazioni e piazze.
    Invece si fa ostruzionismo, ed anche chi conosce meglio la soluzione e potrebbe contribuire praticamente preferisce tacere… perché certo, elettorato uber alles.
    Ed è forse pertinente allora l’immagine di una maestrina che bacchetti questi ragazzini che di fare i compiti proprio non ne hanno voglia… forse ve ne è proprio bisogno! Ma io preferisco immaginare che non sia questo il caso, e che il prefetto ed i suddetti eletti amministratori, stiano semplicemente lavorando per la Sardegna secondo i loro mandati ed al meglio delle loro capacità.

    Reply
  16. 23
    Alessandro Melis

    Alessandro Melis

    I Sindaci dovrebbero ricordare al Prefetto che nel loro territorio il Sindaco è la massima autorità e in quanto tale e lei sig. Prefetto che si mette al servizio del Sindaco e non il contrario

    Reply

Commenta

© Testata giornalistica registrata: Tribunale di Cagliari 43/1998. Editore Ad Maiora Media. Partita Iva: 03591220920. Realizzato da Up Web